Una camminata sui luoghi di Padre Marella

BOLOGNA – Sabato 3 ottobre abbiamo fatto la camminata per le strade di Bologna. Una cinquantina di persone hanno partecipato. 

E’ stato molto interessante scoprire tratti della vita, per tanti sconosciuti, del beato Padre Marella percorrendo le vie della nostra città di Bologna. E’ stato evidente che non basta una camminata! Avremo modo e speriamo occasione di approfondire ulteriormente.

Ecco alcune foto.


Padre Marella, un santo scomodo: la registrazione della conferenza

A san Lazzaro le parrocchie della zona pastorale si sono ritrovate a San Francesco per un incontro con Carlo Righi e Don Paolo dall’Olio dal titolo: “Padre Marella, un santo scomodo“.

Sono state ripercorse le tappe della sua vita viste sia attraverso la sua fede e il suo slancio verso i poveri sia attraverso il suo pensiero sviluppato nella Libertà di coscienza. Padre Marella può essere chiamato “coscienza di Bologna” perché ha sensibilizzato la città all’accoglienza dei poveri e ha testimoniato con coerenza la sua adesione alla Parola di Dio nella consapevolezza di essere amato e accolto dal Signore.

Audio dell’incontro

Padre Marella docente ed educatore

Per chi desidera approfondire la figura di Padre Marella docente ed educatore può far riferimento alla registrazione dell’incontro tenuto il 29 settembre al FICO con la partecipazione dell’arcivescovo cardinale Matteo Zuppi, il Direttore Generale dell’Ufficio scolastico regionale dell’Emilia Romagna Stefano Versari e la professoressa  Mirella D’Ascenzo.


L’Estate Ragazzi 2020

Un gruppo affiatato di una ventina di animatori, insieme a Patrizia Salmi e don Andres Bergamini, non si sono lasciati scoraggiare dalla pandemia e hanno organizzato due indimenticabili settimane di Estate Ragazzi all’oratorio San Marco di San Lazzaro.

Mettere in piedi un’attività di Estate Ragazzi in tempi di corona virus ha permesso di tirare fuori energia, creatività, idee del tutto nuove rispetto alle edizioni passate.

Il gruppo degli animatori alle 8 si trovava a San Marco per iniziare la giornata con un momento di preghiera insieme. Poi si metteva al lavoro per produrre i video per i bambini: i video di teatro, di giochi, di laboratori, della preghiera quotidiana. In due settimane hanno composto più di 60 video.

I bambini iscritti erano circa una quindicina. Alle 9.30 c’era l’appuntamento in video conferenza: saluti, preghiera, inno e programma della giornata. Al numero di whatsapp dedicato a ER le famiglie inviavano i loro contributi, le soluzioni ai giochi, le prove.

Si è creato un bello spirito di imitazione/competizione tra bambini e animatori. Alla fine erano tutti youtuber affermati, fieri di dare ognuno il proprio contributo!

Con il consenso e l’aiuto delle famiglie nei due pomeriggi di venerdì sono stati invitati i bambini a San Marco, così i giochi e le prove sono state fatte in presenza, naturalmente con mascherine e distanze rigorosamente rispettate!

Il bilancio è stato molto positivo. Nonostante i numeri molto ridotti e l’attività a distanza animatori e bambini si sono divertiti moltissimo. Sarà difficile dimenticare l’ER2020!

Per vedere gli altri video, visita il sito della parrocchia di San Lazzaro.


Mamma per tutti

La Madonna di Pizzocalvo scende in città

Un segno di fede e speranza in tempo di pandemina

Già dalla Quaresima è presente in chiesa a Idice l’immagine della Madonna di Pizzocalvo, per un affidamento delle nostre famiglie in questo travaglio e per rinnovare l’atto di fede. Alla sofferenza grande della disperazione e della solitudine, vogliamo rispondere insieme affidandoci alla Mamma di tutti.